venerdì 30 luglio 2010

Gianfranco bandito!

Ebbene sì, è scacciato!

È fuori dal partito,

trattato peggio d’una barzelletta,

l’illustre suo antenato di luglio fu bandito,

lo pugnalò da dietro baionetta.


Gianfranco bastonato,

sentendosi tradito,

capisce non si tratta di burletta

dal duro agir del capo al quanto spazientito

(gli aveva fatto fare la schiumetta),

ripensa all’antenato

e al genero zittito

che pagò in riva all’Adige vendetta

“seppur imparentato di piombo l’ha imbottito,

sarà codesta fine che mi spetta?”

4 commenti:

  1. Come Galeazzo, anche Gianfranco ha rotto il...

    Bella! ;)

    RispondiElimina
  2. e proprio come Ciano
    l'ha preso in deretano!

    RispondiElimina
  3. Vedo, con paciere, che rispondete per le rime.

    ChaoLin LinGiù

    RispondiElimina
  4. le vere pasquinate si fanno cadenzate e ben rimate...

    RispondiElimina