giovedì 19 agosto 2010

il Palio


La piazza ti cinge di pietra

fra rulli, tamburi,bandiere,

palazzi che tingono d’ocra le dame e l’armiere;


la bolgia dantesca consacra

tra puzza di merda e sudore,

dannati che il sole massacra ma pazzi d’ardore

si strillano grevi bestemmie ricolme d’amore.



2 commenti:

  1. federico milito ronconi19 agosto 2010 18:37

    bellissima

    RispondiElimina
  2. mio caro Federico,
    compagno di naviglio,
    le lodi da un amico sono meglio!

    RispondiElimina