lunedì 3 gennaio 2011

Cari dirigenti sindacali:

lettera di un ignoto top manager in una importante azienda automobilistica italiana

Qui noi dobbiamo fare un po’ di cernita…
sennò finiamo tutti quanti in perdita!
Ci toccherà dividere l’organico
in modo assai messianico,
partiam dalle conquiste insindacabili:

Gli amici malleabili
conoscono la legge del competere,
e voglion solo vincere;
san che la crisi è un avversario  ostico,
un intervento drastico
stimolerà il mercato a riprendersi.

Chi non vorrà ricredersi
finisce a procacciarsi  il companatico
in modo un po’ acrobatico
invece di produrre dei veicoli,
e romperci i testicoli,
e credo di esser stato democratico!



4 commenti:

  1. Piacevole poesiola, che come miele
    scende ad addolcire il fiele
    che mi provoca la vista del coglione
    e del suo indaco maglione

    RispondiElimina
  2. tu pensa cosa provoca alla gente
    che deve rinunciare celermente
    ad anni di conquiste sindacali...

    hai voglia lanciar strali!

    RispondiElimina
  3. Quando non hai un kaz da far, dai un'oocchiata ai link di Crepapelle. ;-)

    ChaoLin LinGiù

    RispondiElimina
  4. anvedi son linkato,
    sono onorato!

    RispondiElimina